Esthens Beautyart

mostre-titolo

Albert László

Simboliche Metamorfosi

Simboliche Metamorfosi

“L’identificazione dell’artista con il mondo naturale era infatti panica e spirituale, non scientifica e mentale. La scoperta dell’inorganico ma anche dell’organico – perché analogo era l’approccio che Albert aveva con gli esseri umani di cui rivelava le più remote fibre, gli innesti delle arterie e il pulsare segreto della vita – faceva sì che egli giungesse a delineare delle ‘geografie’ dell’anima, luoghi di senso profondo da cui gli “smottamenti” sociali e politici della contemporaneità fossero totalmente banditi, forse per sempre dimenticati. Allora anche il pathos che ne scaturiva si stemperava in un luogo – l’opera – che diveniva spazio esistenziale, esperienza introspettiva e psicologica, indagine non oggettiva ma soggettiva della realtà, anche se la sensazione da cui nasceva ci fa istantaneamente pensare all’agire di uno scienziato con l’occhio fisso alla lente indagatrice di un microscopio.

…. Ciò di cui si serviva, però, era una sorta di ‘microscopio del cuore’ che guardava incantato la bellezza del mondo e ci ricorda tuttora che siamo parte di un flusso di vita in cui tutto scorre e tutto, lentamente, si ricrea.

Monica Miretti, critico d’arte

Biografia

Albert László è nato a Petrila in Transilvania nel 1926. Dopo aver frequentato la Libera scuola di pittura (1942-1948) si è diplomato presso l’Accademia transilvana di Belle Arti “Ion Andreescu” nel 1955, iniziando una intensa attività espositiva e di ricerca: ricordiamo la partecipazione ai laboratori di ricerca diffusi nel suo paese e i soggiornistudio effettuati in Cecoslovacchia (1958), in Bulgaria (1969) e in Unione Sovietica (1979). È stato membro del gruppo Artisti Ungheresi (Transilvania) e dell’associazione Artisti Plastici (Romania). Sue opere sono presenti in musei e collezioni private ungheresi. Muore nel 2006 a Tirgu Mures (Transilvania).

www.albertlaszlo.net
instagram: @albertlaszloartist

Info e contatti

Melinda Albert – 349 2236267
www.albertmelinda.com
albimely@yahoo.it

ARCHIVIO MOSTRE

Andrea Manni

Vibrazioni

Albert László

Simboliche Metamorfosi